CAPSICUMANIA - Peperoncini dal mondo

CAPSICUMANIA - Peperoncini dal mondo

€ 20,40Prezzo

10 Varietà tra le più facili da coltivare

RISPARMI il 25% - 24 € compresa la spedizione 

Per un orto di circa 120 mq

Bustine richiudibili per dividere e conservare i semi - anche per gli anni successivi

+ una bustina di disseccante in argilla rigenerabile per tenere asciutti e vitali i semi

+ uno speciale sacchetto regalo in iuta trattato con olio essenziale di  Alloro.

Guide pratiche: www.cercatoridisemi.com/guide-gratuite

  • Contenuto del Sacchetto

    Il sacchetto in iuta trattato con oli essenziali include una bustina di

    ·  Peperoncino Carolina Reaper HP22B (C. chinense)

    ·  Peperoncino Trinidad Moruga Scorpion (C. chinense)

    ·   Peperoncino Black Atzec (C. annuum)

    ·   Peperoncino Dieghito Jalapeño (C. annuum)

    ·   Peperoncino Lemon Drop (C. baccatum)

    ·   Peperoncino Buena Mulata (C. annuum)

    ·   Peperoncino Lazzaretto Abruzzese (C. baccatum)

    ·   Peperoncino banana (C.annum)

     ·  Peperone Criollo de Cocina (C.annuum)

     ·  Peperone Guadalajara (C.annuum)

    Inoltre una bustina rigenerabile di essiccante in argilla in ogni sacchetto per preservare i semi dall'umidità.

    Tutti i semi sono riproducibili, aiutatevi con le nostre guide gratuite.

    Per ogni ordine una bustina di fioriture spontanee per aiutare api e pronubi nei vostri orti.

  • CAPSICUMANIA - Peperoncini dal mondo

    Nuovissimo sacchetto dedicato interamente al genere Capsicum, che non vuol dire solo piccante. Ma siccome sappiamo che il piccante piace a tutti, abbiamo  preferito le varietà "capsaicinate" alle dolci. Ecco allora dai semi del suo creatore, Smokin'Ed della Puckerbutt Company, il Carolina Reaper HP22B, l'orginale, il più piccante del mondo, perché si fa presto a dire Carolina, ma solo l'originale garantisce il record. Sempre di piccantezza nucleare il più piccante tra i "trovati", cioè non selezionati, sempre nella versione più fedele allo standard, il Trinidad Moruga Scorpion, non ha certo bisogno di presentazioni. Ora che ne avete per dar fuoco a una piscina caliamo di intensità verso un gusto più umano, il Black Atzec, nero lui e nera la pianta, favoloso sul balcone che in cucina, piccantezza elevata. Ora rimaniamo su buoni livelli ma caliamo ancora un po', Il lemon Drop, amatissima e poco comune cultivar vi darà dei peperoncini giallo limone, piccanti senza pericolo di morte, dal sapore fruttato, ottimi per farne una polvere. La prossima cultivar è veramente eccezionale, non solo per l'incredibile colore viola che varia in maturazione in tantissme sfumatura, ma anche per il sapore, piccante al punto giusto dentro, e assolutamente dolce fuori. La capsaicina è infatti concentrata quasi completamente nella membrana che riveste i semi, dando al peperoncino un gusto particolarissimo, stiamo parlanndo della bellissima Buena Mulata.
    Ora ci Vuole un peproncino da riempire, certo un Jalapeño, ma tutto italiano, il fortunato Dieghito Jalapeño, le immagini parlano da sole, al tipico profumo di questa cultivar unisce una forma a cuore striata che lo rende unico, ma per il gusto occorre assaggiarlo. Ora un'altra cultivar italiana ma tradizionale,  dall'Abruzzo il Lazzaretto, antica cultivar di Caienna coltivata nella regione, piccante al punto giusto si presta a moltissime preparazioni, inoltre le lunghe bacche sono particolarmente decorative. Ora il meno piccante tra i piccanti di questa collezione, Il peperoncino Banana, il meno macrotermo tra i peproncini, sopporta meglio e germina a temperature inferiori rispetto agli altri (piccanti) della specie. La pianta, produttivissima, vi darà moltissimi peperoncini di buone dimensioni, dalla forma conica, poco piccanti,  colore giallo pallido. Li potrete preparare in moltissimi modi, ripeni come saltati, persino a mo di peperone crusco, hanno infatti pochissima acqua. Sono terminati i piccanti ma non le sorprese, un peperone famoso che viene da lontano, esattamente dal Nicaragua, il Criolla de Cocina (pimienta) profumato, produttivo, resistente, vi permetterà di ospitare quegli sfortunati che non amngiano piccante. Ne rimane solo uno, un falso peperoncino, falso perché al primo assaggio della piccola bacca dalla singolare forma si ha la sensazione che stia arrivando l'inferno, invece no, non è assoluatmente piccante, è il Guadalajara, bellissimo in vaso come in orto è anche favoloso in cucina, grazie proprio alla particolarità del gusto intenso come un peperoncino ,ma senza il piccante. Da provare assolutamente. 

IL NOSTRO LAVORO

COLLABORA CON NOI

COMPRA I SEMI

CONTATTI

cercatori di semi  Associazione culturale no-profit - Via Casali di S. Procula 2 - 00040 Ardea (Roma)  C.F. 97830330581  cell. 3791981253

 

  • Facebook Social Icon