Anguria di Bagnacavallo (Citrullus lanatus)

Anguria di Bagnacavallo (Citrullus lanatus)

€2,60Prezzo

15 semi

Produzione: facile

Riproduzione semi: intermedia

Semina: da aprile a giugno

 

  • Dettagli

    Anguria di Bagnacavallo (Citrullus lanatus): antico ecotipo tradizionale dato per scomparso fino a dieci anni fa, quando il sig. Mingozzi dell'azienda biologica "La Radisa" riuscì grazie alla ricerca e a conoscenze nel mondo dei genenisti a ritrovarne i semi, ma non nel territorio, bensì in Canada, da una famiglia di migranti che lo portò dal paese continuandone la coltivazione oltreoceano.  Chiamata anche Anguria di Romagna, o Ardita, è così stata recuperata grazie a pazienza, ricerca e passione.  I frutti sono di medie-grandi dimensioni, superano abbondantemente i dieci chilogrammi.  Un tratto distintivo è il colore, verde scuro su fondo chiaro, al contrario dei comuni cocomeri in commercio. La maturazione è tardiva (date anche le dimensioni), non sempre uniforme (come succede spesso nelle varietà antiche)  la produzione buona.  Ecotipo da salvare.

    Chi ordina dall' Emilia Romagna può richiederlo direttamente e gratuitamente lasciando un messaggio nell'apposita casella della cassa.