Arachide Jumbo Viginia (Arachis hypogaea)

Arachide Jumbo Viginia (Arachis hypogaea)

€2,60Prezzo

20 semi (10 baccelli)

Coltivazione: media difficoltà

Produzione semi: principiante

Semina: da marzo a maggio

  • Dettagli

    Arachide Jumbo Viginia (Arachis hypogaea): provenientidal Brasile queste leguminose sono ormai coltivate in molti paesi, tra cui l'Italia.
    La coltivazione è facile, la pianta non necessita di un terreno particolarmente ricco,  la richiesta idrica è bassa, si possono irrigare solo in caso di  siccità, temono invece il ristagno idrico. È utile  il rincalzo periodico, sopratutto dopo  la fioritura, questo perché il fiore una volta effettuata l'allegagione rientra nella terra per produrre i baccelli, le arachidi appunto.  Si seminano in semenzaio da marzo a maggio (al sud), occore togliere il seme dal baccello, al germinazioen impeg pochi giorni. Si trapiantano quando raggiungono i 5 cm di altezza. 
    Il sesto dipende dalla varietà: la J. Virginia è tra le più grandi,  occorrono circa 40 cm tra le piante e almeno 60 tra le file. 
    Ogni baccello porta due grandi semi, la produzione è importante, una pianta in buone condizioni può produrre più  di 50 baccelli.
    Diffciilmete si hanno più varietà di arachidi nello stesso orto, ma c'è poco da preoccuparsi, la percentuale di ibridazione sarebbe comunque molto bassa e trascurabile già a qualche fila di distanza.
    Per riprodurre i semi raccogliete le arachidi mature 110 gironi dopo il trapianto, anticipando se necessario in caso di piogge consistenti. Estirpate la piante intera, pulite bene i baccelli e stipateli all'ombra in un luogo ventilato finché non saranno ben asciutti. Le arachidi vanno conservate con il baccello intatto, pena la perdita di germinazione.
    Si consumano tostatura, anche producendo il buonissimo e salutare  burro d'arachidi.