Cavolo Verza Testa di Ferro (Brassica oleracea var. Sabauda)

Cavolo Verza Testa di Ferro (Brassica oleracea var. Sabauda)

€1,60Prezzo

50 Semi

Coltivazione: facile

Riproduzione semi: intermedia

Semina: da luglio a novembre

  • Dettagli

    Verza Testa di Ferro (Brassica oleracea var. Sabauda): antica varietà di verza autunnale e invernale, particolarmente rustica e vigorosa, è facile da coltivare tollera bene il freddo, anche temperature prossime allo zero, perfetto per l'inverno anche al nord. Di contro teme siccità e caldo eccessivo, sarà importante quindi  seminare in modo che il periodo di coltivazione termini con l'aumento delle temperature. La pianta cresce lentamente, dalla semina al trapianto passeranno circa 35 giorni, mentre il periodo di raccolta, secondo le dimensioni volute e le temperature, varia dai quattro ai cinque mesi. Nel sesto d'impianto vanno considerate le dimensioni della pianta, 70 cm tra le file e 50 almeno tra le piante.  Non necessita di particolari concimazioni, possono bastare anche quelle della coltura estiva precedente.  È bene tenere il terreno lavorato per  evitare ristagni idrici (non ama l'umidità).  La Verza è particolarmente gradita a lumache e cavolaie, oltre che agli afidi, fortunatamente nessuno di questi è attivo con le basse temperature. 
    Ne soffirete solo nella riproduzione delle sementi. Essendo una biennale dovrete aspettare la primavera successiva alla semina, lascerete le piante migliori andare in fiore senza raccoglierle, aspettate che compaiano dei piccoli baccelli che poi diventeranno bruni, a quel punto potrete raccoglierli e metterli a seccare in un luogo ventilato e all'ombra, prima di stoccarli lontani dall'umidità per la prossima stagione.  In questo modo ogni anno selezionerete piante sempre più adatte al pedoclima della vostra zona e al vostro metodo di coltivazione. 
    Le verze hanno qualità nutritive importanti, come del resto quasi tutte le brassicacea, basterà fare una piccola ricerca epr trovare centinaia di ricette, non solo italiane, nell'Est Europa questo è infatti un ortaggio molto utilizzato, proprio per la sua rusticità e tolleranza delel temperature.