IL NOSTRO LAVORO

COLLABORA CON NOI

COMPRA I SEMI

CONTATTI

cercatori di semi  Associazione culturale no-profit - Via Casali di S. Procula 2 - 00040 Ardea (Roma)  C.F. 97830330581  cell. 3791981253

 

  • Facebook Social Icon

Pomodoro Chinellato (Lycopersicon lycopersicum)

€ 0,01Prezzo

25 semi

Coltivazione: facile

Riproduzione semi: principiante

Semina: da marzo a maggio

Distribuzione gratuita per favorirne la diffusione

  • Dettagli

    Pomodoro Chinellato (Lycopersicon lycopersicum): questo straordinario ecotipo di pomodoro è stato conservato per più di ottanta anni dalla Famiglia Chinellato, di Venezia. Il frutto (la bacca in realtà) colpisce subito, di grandi dimensioni supera facilmente il mezzo chilogrammo, di un bel colore rosso uniforme, leggermente costoluto invita subito all'assaggio. Ed è quando lo si taglia che si rimane veramente colpiti,  la polpa è piena, profumata, succosa ma non acquosa, con pochissimi semi, dolce al punto giusto. La pianta è robusta e vigorosa, è necessaria la scacchiatura (cimatura dei germogli ascellari) ma non la diradazione dei frutti, che con una buona concimazione mantengono le grosse dimensioni senza perdere di gusto. Sostegni adeguati al peso dei pomodori che produrrà. Un esempio di come la cura per le tradizioni e la conservazione della biodiversità possa portare a scoprire dei veri tesori.

  • La storia del pomodoro Chinellato

    ignora Elisa Chinellato conserva un pomodoro grande e buonissimo, dalla buccia fine, un gioiello tramandato nella sua famiglia da più di 90 anni, arrivò tramite suo zio che era ancora fanciulla. Ora è nonna e presto smetterà di fare l'orto, teme che il suo pomodoro si perda, vorrebbe conservarlo e condividerlo, eccezionale com'è.
    I semi sono arrivati a noi con una profonda e toccante lettera scritta a mano, prodotti dalle mani sapienti della tradizione.
    La Coltivazione e la riproduzione del seme
    L'abbiamo coltivato in due differenti orti, uno con terreno medio impasto, sciolto, l'altro su un terreno più compatto, argilloso. Entrambi gli appezzamenti erano stati  concimati con stallatico maturo durante l'einverno e lavorati a fresa prima del trapianto. abbiamo dato ad entrambi sia l'esposizione a mezz'ombra che in pieno sole. I risultati sono stati entrambi ottimi, considerando una predilizione per l'esposizione in pieno sole. L'allegagione ha tardato un poco e così la produzione, bisogna però considerare che la stagione (2019) è iniziata con temperature molto  più basse della media, che hanno rallentato la crescita vegetativa, seguite poi da caldo torrido che non ha aiutato l'allegagione, nonostante questo la produzione è stata migliore di molti altri pomodori ed ha proseguito fino agli inizi di Ottobre. La genetica è risultata molto stabile, su circa  centosessanta piante solo lo 0,5% hanno presentato bacche non conformi. Le piante sono state subito estirpate per evitare la contaminazione delle altre. Per i semi sono stati raccolti i pomodori piùgrandi dalle piante più forti e produttive di entrambi gli orti, nell'ultimo mese e mezzo di maturazione.  Siamo intervenuti solo per la scacchiatura, cioè per l'asportazione dei germogli ascellari. Durante la coltivazione abbiamo sommistrato macerato di ortica ed equiseto come antiparassitario preventivo e macerato di ortica di 15 gg come fertilizzante fogliare. Non siamo intervenuti con prodotti contro le malattie fungine poiché c'è stata'assenza di piogge per quasi tutta la durata della coltivazione. Consigliamo comunque una particolare attenzione a peronospora e oidio, come segnalato dalla Signora Elisa, considerando anche che la coltivazione è stata eseguida al Centro Italia, in un luogo certamente meno umido della provenienza del pomodoro Chinellato.
    Che siamo certi avrà un gran successo in tutti gli orti Italiani, e la straodinaria eredità della Signora Elisa Chinellato non andrà persa nel tempo.