Zucca Yokohama (Cucurbita moschata)

Zucca Yokohama (Cucurbita moschata)

€ 2,60Prezzo

10 semi

Coltivazione: facile

Produzione semi: intermedio

Semina: da aprile a giugno

  • Dettagli

    Zucca Yokohama (Cucurbita moschata):  una antica varietà naturalizzata americana proveniente dal Giappone, scomparsa per quasi un secolo è stata recemente recuperata e reintrodotta negli Stati Uniti, nell'apposita sezione  troverete  tutta la storia del suo recupero, che conivolge tre continenti.  La zucca è di piccole dimensioni, leggermente costoluta nella sua forma a trottola. La buccia, spessa,  va dal verde scuro al nero. La polpa, di un bel colore dorato (a volte tendente al verde) è dolce e poco fibrosa, i sapori sono complessi, quasi esotici. Il frutto si conserva per molto tempo grazie alla buccia coriacea.  La pianta è rustica, mediamente produttiva ma quello che si perde in produzione lo si recupera in gusto. 

  • La storia del recupero della Yokohama

    Nel 1850 le merci commerciali giapponesi divennero disponibili negli Stati Uniti e le piante facevano parte di questo scambio. Una era la zucca di Yokohama, una zucca invernale di qualità superiore che si era evoluta attraverso secoli di scrupolosa selezione da parte di meticolosi giardinieri giapponesi. In America, la Yokohama è stata introdotta da un ricco orticoltore di New York City, James Hogg. Il fratello di Hogg, Thomas Hogg Jr., fu inviato in Giappone dal presidente Lincoln come diplomatico nel 1862. Lavorò anche per la dogana giapponese e il loro governo. Raccolse e riportò molte piante giapponesi negli Stati Uniti e suo fratello James le usò per costruire il vivaio Hogg, che divenne una delle migliori fonti di piante asiatiche e giapponesi del Paese. Thomas trascorse la maggior parte dei suoi 10 anni in Giappone a Yokohama, e nel 1863 James Hogg decise di darle il nome di questa città. Affermò che era superiore ai tipi Hubbard che all'epoca erano lo standard nei giardini americani." William Woys Weaver ha scritto su Mother Earth News "la 'Yokohama' possiede uno dei sapori più complessi che ho incontrato in qualsiasi zucca o zucchina che ho coltivato. Le papille gustative di ognuno sono diverse, ma rilevo sentori di pera asiatica, mango, avocado, balsamo di limone e, se hai esperienza con i frutti tropicali, l'inconfondibile aroma di sapote. Può essere una zucca? ". Come molti cimeli di famiglia, questa varietà in America  è andata gradutamente scomparendo fino ad estinguersi. Così ho iniziato a cercare questa Heirloom giapponese e alla fine ho trovato i semi da Bruno Defay, che aveva salvato questo vecchio cimelio nel suo giardino in Francia. Ero così entusiasta di riportare questa varietà giapponese / americana in America intorno all'anno 2000. Era sparita dall'America per quasi 100 anni! Ma grazie a un seed saver di semi francese, è stato salvato per le generazioni future. Nel 2017 abbiamo avuto il piacere di riportare in Giappone i semi di "Yokohama". I coltivatori di semi locali non ricordavano questa varietà, ma erano entusiasti di sentire la storia e di ricevere i semi consegnati a mano dopo oltre 150 anni di viaggi in tutto il mondo e prossimi all'estinzione. " W.W.Weaver.

IL NOSTRO LAVORO

COLLABORA CON NOI

COMPRA I SEMI

CONTATTI

cercatori di semi  Associazione culturale no-profit - Via Casali di S. Procula 2 - 00040 Ardea (Roma)  C.F. 97830330581  cell. 3791981253

 

  • Facebook Social Icon