Pomodoro Selvatico  (Solanum pimpinellifolium)

Pomodoro Selvatico (Solanum pimpinellifolium)

€2,60Prezzo

25 Semi

Coltivazione: facile

Produzione semi: principiante

Semina: da febbraio a giugno

Fabbisogno idrico: **

  • Dettagli

    Pomodoro Selvatico  (Solanum pimpinellifolium): questa antichissima e importante specie, insieme al Pomodorino delle Galapagos è uno dei rari "pomodori  silvestri"  commestibili nel genere,  in pratica sono pomodori che non hanno subito la selezione genetica adottata dall'uomo. Le bacche sono molto più piccole, il sapore meno dolce, ma non acido,  di contro la pianta è molto resistente alle fitopatologie comuni nel pomodoro e alle infestazioni fungine. Anche la richiesta idrica è nettamente inferiore in questa specie, che si può coltivare in aridocoltura.  Ottima per il vaso dove tollera con facilità gli stress che questo tipo di coltivazione comporta.  Ben acclimatato al nostro clima (dal 2018 coltivazione  sia precoce che tardiva, nel Lazio, alle porte di Roma), dimostrando una propensione per i mesi più caldi.
    Viene coltivato in Perù e altri paesi del Sud America e consumato come frutto. 
    Per approfondimenti:
     https://www.youtube.com/watch?v=s9Qku3mmKbk

  • Legenda fabbisogno idrico

    *=       Bassissimo, non necessità irrigazione 

    **=     Basso, adatto anche alle zone calde e aride, irrigare solo in caso di prolungata siccità

    ***=   Ridotto, varietà tra le meno  esigenti della la specie, adatto alle zone con piogge sporadiche, irrigare solo in caso di prolungata siccità

    ****=  Tollerante allo stress idrico,  necessità di moderata irrigazione, adatto agli orti a basso consumo idrico.

    Purtroppo fino alla pubblicazione della guida questa è un'indicazione di massima che possiamo darvi, per non creare confusione. L'aridocoltura infatti necessità di tecniche colturali adatte  al pedoclima e substrato. Tutte le varietà sono state acclimatate in Italia.